Coordinamento delle Camere Penali Calabresi

Il Coordinamento delle Camere Penali Calabresi – espressione della esigenza di azione unitaria sui temi qualificanti dell’azione politica nelle Camere Penali territoriali – su impulso della Camera di Locri, si dota di uno strumento prezioso per la diffusione delle sue iniziative e per la discussione degli aspetti pratici e scientifici dell’applicazione del diritto penale in campo processuale e sostanziale.

L’dea è quella di creare un luogo in cui, oltre alla pubblicazione di tutti i deliberati del Coordinamento, possa esprimersi la posizione dei penalisti sui temi di politica giudiziaria, anche di più ampio respiro, sugli orientamenti applicativi della giurisprudenza, sulla cultura della giurisdizione intesa come servizio che garantisca il rispetto dei limiti nell’esercizio del potere repressivo.

Insomma un contenitore per la raccolta e diffusione di dati, opinioni, elaborazioni, riflessioni, aperto a tutti gli operatori del settore che vogliano contribuire a quel vasto campo di indagine definito dal permanente conflitto tra la visione orientata ai principi del diritto penale liberale e una concezione autoritaria del sistema penale che nei fermenti impetuosi della contemporaneità trova formidabile spinta ed alimento.

                                                                                                                 Il Coordinatore delle Camere Calabresi

                                                                                                                                   Avv. Giuseppe Milicia

In evidenza … dal COORDINAMENTO

NEWS del 27 maggio 2024

La stretta autoritaria sulla libertà del difensore – i pm milanesi avanguardisti

Vorremmo scrivere che quello escogitato dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Milano contro i difensori di Baris Boyun spiati e incriminati per aver ricevuto dal proprio cliente pagamento in contanti a titolo di onorario, è inaudito. Se non fosse che da decenni l’anima del diritto di difesa viene strappata a morsi. Un pezzetto alla volta.

Per cui prendiamo posizione non per formulare l’auspicio che la stretta autoritaria sulla libertà del difensore possa allentarsi, magari per resipiscenza dei Pm più oltranzisti; nemmeno per plaudire alla decisione del GIP di Milano costretto, per respingerne le pretese, ad affermare cose ovvie sul diritto di difesa che i suoi interlocutori nemmeno concepiscono, ma al tempo stesso indifferente alla garanzia del divieto… (leggi tutto)

L’Archivio

"Il 2024 ha portato uno splendido regalo alla Camera Penale Giuseppe Simonetti: ospitare il Coordinamento delle Camere Penali Calabresi in un blog dedicato. Un grazie di cuore a tutti i Presidenti delle Camere Penali Calabresi che hanno condiviso questa iniziativa. La necessità di avere uno spazio comune per portare a conoscenza L’azione politica, culturale, di proposta e confronto del Coordinamento delle Camere Penali Calabresi, nasce dalla considerazione che tale attività non può rimanere confinata nei soli spazi settoriali di categoria ma deve essere visibile a tutti.

"La creazione di questo “blog dedicato”, da vivere come spazio comune, sarà da oggi visibile a tutta l’Avvocatura Italiana che potrà condividere e comunque discutere non solo l’azione di politica giudiziaria che il Coordinamento svolge sul territorio, ma anche le battaglie identitarie affrontate e da affrontare che derivano dallo svolgimento del ruolo pubblico che eseguiamo nella difesa dei diritti del cittadino."

"L’idea è anche quella di avere un’avvocatura quanto più possibile coesa e solidale, non più individualista, che prenda sempre più coscienza della necessità di fare un fronte unico nella battaglia per il raggiungimento dei principi del diritto penale liberale, consacrati nel Manifesto dell’UCPI, anche mediante il coinvolgimento della società civile che dovrà essere informata e coinvolta."

"Per come scritto dal nostro Coordinatore nella pagina di presentazione, questo blog del Coordinamento delle Camere Penali Calabresi, sarà un organo di informazione per l’intera avvocatura, ma sarà anche un forum di discussione, di approfondimento e di proposte dell’avvocatura Calabrese per l’affermazione delle garanzie difensive dei cittadini imputati ed anche per l’attuazione del trattamento rieducativo e di risocializzazione dei cittadini condannati, principi costituzionali molto spesso disapplicati."

"Abbiamo pensato che l’attività svolta sino ad oggi e quella futura verrà conservata in questo “Archivio” che conterrà tutti gli atti ed i deliberati redatti dal Coordinamento e quanto altro possa servire a documentare il lavoro svolto. Grazie ancora per questo onore che ci avete dato e buon lavoro a tutti! "

Antonio Alvaro

In evidenza … dal COORDINAMENTO

(foto pubblicata su Il DUBBIO – articolo di Valentina Stella)

NEWS del 27 marzo 2024

IL CONFRONTO UTILE È QUELLO SCOMODO

[“È un giorno fausto ma i nostri pugni sono serrati e la tensione non si scioglie. Non dimentichiamo, non possiamo dimenticare. Non dimenticheremo.”]

I comunicati di ANM – nazionale e territoriale – che censurano la ruvidezza dei toni usati nel documento licenziato dal Coordinamento regionale, all’indomani dell’assoluzione dell’Avvocato Armando Veneto, meritano una attenta e seria analisi. Entriamo subito in medias res: comprendiamo la replica di ANM per il registro comunicativo scelto dall’avvocatura. Due le riflessioni. La prima, di contesto. Abbiamo sofferto a fianco di Armando Veneto per 4 lunghissimi anni, registrando quanto male egli abbia patito per una accusa infamante che è lontana anni luce dalla Sua storia personale e professionale. L’esito liberatorio – un esito che ha il merito… (leggi tutto)

NEWS del 01 marzo 2024

PER ARMANDO VENETO NEL GIORNO DELLA SUA ASSOLUZIONE

Armando Veneto, vessillo e guida dell’avvocatura calabrese e nazionale, è stato assolto dalla Corte di appello di Catanzaro. È dunque arrivato anche il riconoscimento del sistema che si era attivato per strappargli la toga e l’onore del grande avvocato. È un giorno fausto per tutti noi…

…Ma la sentenza di oggi non cancella la condanna del processo ingiustamente inflitta, quella che non ha rimedio, che colpisce e umilia ancor più intensamente quando, come nel caso di Armando Veneto, è certo che un processo non poteva nemmeno essere iniziato. È però accaduto che un uomo degno per virtù ed opere ma scomodo per passione civile irriducibile e coraggio, abbia avuto in sorte di incrociare la miseria etica del pregiudizio… (leggi tutto)

In evidenza … dal COORDINAMENTO

NEWS del 27 febbraio 2024

“Io devo andare perché voi siate liberi” – Rocco Greco (m. 27.02.2019)
PREVENZIONE DALL’ERRORE GIUDIZIARIO

GIORNATA IN RICORDO DELLE VITTIME DELL’ERRORE GIUDIZIARIO
NELLA RICORRRENZA DEL V ANNIVERSARIO DALLA MORTE DI ROCCO GRECO

27 FEBBRAIO 2019 – 27 FEBBRAIO 2024

È l’alba del 27 febbraio 2019.
Rocco Greco, imprenditore di Gela, simbolo della lotta alla mafia, si toglie la vita all’interno della sua azienda, la Cosiam s.r.l., dopo aver letto l’ordinanza del Tar di Palermo con cui viene confermata una seconda interdittiva antimafia che paralizza l’impresa e, ancor più, l’Uomo.
Insostenibile il peso di un sistema che, in nome dello Stato, fagocita sospette vittime compiacenti della mafia, sulla scorta di elementi la cui infondatezza è già stata conclamata (leggi tutto)

In evidenza … dal COORDINAMENTO

NEWS del 3 febbraio 2024

Il giornalista Paolo Orofino spiato col trojan. Attacco degli apparati investigativi e silenzio stampa, (quasi) totale. Chi imbavaglia, per davvero, la libertà di informazione?

Si levano scudi ogni qualvolta si denunzia l’abuso delle intercettazioni e si invoca la necessaria “separazione delle carriere” tra Uffici di Procura e mezzi di informazione. Un munitissimo blocco di potere dispone di tanta forza da essere capace anche di manipolare il dibattito pubblico sull’argomento, demonizzando l’opinione critica e anche addirittura attribuendo ad una maggioranza di governo -della cui ispirazione autoritaria nessuno in buona fede potrebbe dubitare- l’intento di smantellare la lotta al crimine. Certa stampa che campa di veline, ça va sans dire, si presta a sostenere simili incredibili paradossi.Non è sorprendente, allora, che…(leggi tutto)

In evidenza … dalla STAMPA

NEWS del 23 gennaio 2024

COORDINAMENTO DELLE CAMERE PENALI CALABRESI

L’ultimo allarme dell’ottimo procuratore di Napoli, evidentemente nostalgico delle Camere Penali Calabresi, riguarda il colpo grosso che stanno tentando di mettere a segno gli avvocati. I reprobi stanno cercando di sfruttare una congiuntura favorevole, infiltrarsi nei Consigli Giudiziari e diventare arbitri delle carriere dei Magistrati.

Inaudito, il futuro dei Magistrati nelle mani degli avvocati

Si immagini questo mondo capovolto.

“…cronaca di un caso di ordinario abuso giudiziario del Troyan” – di Giuseppe Milica

NEWS del 18 gennaio 2024

botta e risposta

…leggi tutto

NEWS del 15 gennaio 2024

"Ma perché di un tema che sta sotto gli occhi di tutti si parla così poco?"

Prefazione di Giuseppe Milicia. Articolo di Valerio Murgano pubblicato su IL DUBBIO (15 gennaio 2024)

Forse perché si fa fatica ad ammettere ciò che nessuno immaginava e cioè che la riforma dell’89 sottraendo gli apparati di Pg al controllo della gerarchia per evitarne interferenze, avrebbe finito per favorire il protagonismo delle polizie. Ed avrebbe anche aumentato a dismisura il peso del rapporto giudiziario, che, risorto dalle ceneri della sua abolizione legale, ha immediatamente soppiantato la Cnr, la comunicazione asciutta di fatti e prove che avrebbe dovuto preservare la centralità valutativa del Pubblico Ministero.

E siamo, invece, oggi a constatare che una delle storture più denunciate del sistema inquisitorio, che consentiva alla valutazione dei fatti da parte del Maresciallo di transitare intatta nelle sentenze fino al terzo grado di giudizio, non solo non è stata corretta ma si è riprodotta con diffusione ed intensità mai viste prima.

La lucida ed impietosa analisi di Valerio Murgano coglie nel segno, individuando nello strapotere delle polizie nel processo, uno dei tratti distintivi dell’autoritarismo montante della nostra democrazia giudiziaria.

 Avv. Giuseppe Milicia – Coordinatore delle Camere Calabresi

In evidenza … dal WEB

La mozione del coordinamento delle Camere Penali calabresi  al congresso nazionale UCPI (FIRENZE 2023)

“Ripristino dell’efficacia dello strumento dell’astensione, con specifico riferimento ai processi con detenuti.” La mozione è stata accolta.

mozione calabrese al congeresso UCPI

Le attività collegiali del Direttivo

Nota Coordinamento CCPP Calabresi (12.10.2023)

Il crucifige dei diritti (03.10.2023)

Lettera ai presidenti e ai delegati di Francesco Petrelli (28.09.2023)

 Nota di replica ANM astensione 20 luglio 2023 

Presentata al Csm una pratica a tutela dei magistrati del Distretto di Catanzaro (27.07.2023)

Comunicato Stampa – replica coordinamento (09.07.2023) 

Comunicazione di replica coordinamento – nota coordinamento CCPP calabresi (12.10.2023)

Documento astensione camera penale di Catanzaro (07.07.2023 )

Proclamazione astensione 20 luglio (07.07.2023)

Solidarietà Camere Penali calabresi (giugno 2023)

Comunicato di adesione allo stato di agitazione proclamata dalla Camera Penale di Roma (22.05.2023 )

Nota di solidarietà Marcello Manna II (13.05.2023)

Comunicato di solidarietà camera penale di Benevento (02.05.2023 )

Proposta ripristino strumento astensione udienze D_230925_154915

ALLEGATO 1 (09.04.2023 )

Al Circo Report (07.04.2023)

Delibera stato di agitazione coordinamento camere penali calabresi (28.02.2023)

Nota prot. n. 091 (30.01.2023)

Documento di adesione coordinamento (09.04.2022)

 Il diritto di difesa alla prova del processo del secolo

Le Camere Penali aderenti

Avv. Giuseppe Milicia
avv giuseppe milicia

Presidente Camera Penale Palmi e Coordinatore Camere Penali Calabresi

Avv. Liborio Bellusci
liborio bellusci

Presidente Camera Penale di Castrovillari

Avv. Francesco Iacopino
avv francesco iacopino

Presidente Camera Penale di Catanzaro

Avv. Renzo Andricciola
renzo andricciola

Presidente Camera Penale di Lamezia

Avv. Antonio Alvaro
antonio alvaro

Presidente Camera Penale di Locri

studiolegale.antonioalvaro@gmail.com

Avv. Aldo Truncè
aldo truncè

Presidente Camera Penale di Crotone

Avv. Giuseppe Mario Aloi
avv giuseppe mario aloi

Presidente Camera Penale di Vibo Valentia

Avv. Pasquale Foti
pasquale foti

Presidente Camera Penale di Reggio Calabria

Avv. Valerio Murgano
valerio murgano

Componente giunta UCPI (CP Catanzaro)

Avv. Massimo Zicarelli
massimo zicarelli

Presidente Camera Penale di Paola

Avv. Giovanni Zagarese
avv giovanni zagarese

Presidente Camera Penale di Rossano

Avv. Roberto Le Pera
Avv roberto le pera

Presidente Camera Penale di Cosenza

…contatta il Coordinamento

coordinamento delle camere penali calabresi